Istituto Parri

Produzioni

Rinviata mostra Intermezzo - Personale di pittura di Stefania De Salvador

Intermezzo -  Mostra rinviata a data da destinarsi

Personale di pittura di Stefania De Salvador

Reading di Sergio Rotino; tappeto sonoro a cura di Agostino Giordano e Vittorio Lussu

Per info 3337272514 - www.artedesalvador.com - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Istituto Storico Parri - Museo della Resistenza via Sant’Isaia 20 a Bologna -

Personale di pittura Intermezzo di Stefania De Salvador. L’evento sarà accompagnato dal reading di Sergio Rotino e dalle note musicali delle chitarre di Agostino Giordano e Vittorio Lussu. La mostra resterà aperta fino al 13 marzo.

Stefania De Salvador nella personale di pittura “Intermezzo” propone opere che segnano un momento di passaggio della sua ricerca artistica, da tempo rivolta ad esplorare il paesaggio dell’arte dall’alto al basso Medioevo ed ora incuriosita dalle miniature degli antichi manoscritti. Sono dipinti che rappresentano le due fasi del percorso artistico della pittrice, che esprimono rimandi ora più dichiarati ora più sommessi a quell’epoca storica, (ai pittori da lei studiati e amati Giotto, Guido da Siena, i Lorenzetti, Paolo Uccello e molti altri) e ai codici miniati di cui coglie ed elabora elementi vegetali. Esporrà inoltre lettere miniate su piccolissime tavolette di legno, ispirate a quelle dei manoscritti medievali, proponendone la suggestione con particolari sfondi e paesaggi.

RINVIATO La scelta delle armi. Dialogo sulla violenza politica in Italia

L'incontro è rinviato a data da destinarsi

Cosa ha spinto tanti giovani italiani a prendere la strada dello scontro armato con lo stato tra la fine degli anni '60 e gli anni '80 del Novecento? Quanto hanno pesato nelle scelte individuali fattori come la famiglia, le amicizie, il luogo di lavoro e il quartiere di residenza?

Ne parliamo con Raimondo Catanzaro, sociologo, responsabile della ricerca su violenza politica e terrorismo dell'Istituto Cattaneo

Conduce: Luca Pastore, Istituto Storico Parri 

L'incontro è rinviato a data da destinarsi

 

Caporalato ieri, oggi, domani. Incontro con Stefano Iucci

Il caporalato è un fenomeno attualissimo. Attori e vittime sono, però, diversi rispetto al passato: i braccianti sono quasi tutti stranieri, africani in maggioranza, e così i nuovi caporali “etnici” che provengono dalle medesime comunità degli sfruttati ma arrivano spesso a ridurre spietatamente in schiavitù i loro sottoposti. L’intermediazione illecita di manodopera va ormai oltre le campagne ed è approdata – dopo l’edilizia – anche nel mondo della gig economy, in particolare nel settore dei riders.

Una novità positiva, però, c’è: la legge 199 del 2016 ha finalmente introdotto nel nostro paese il reato di caporalato. La legge – oltre ad aver reso più agevole la repressione – ha introdotto alcune novità di rilievo, tese a ridurre quei “bisogni” su cui il caporalato prospera: la necessità di trovare manodopera in tempo rapido, il trasporto quotidiano delle persone nei campi, l’alloggio.

Per il ciclo di incontri “Il filo del discorso” Emanuela GARIMBERTI e Agnese PORTINCASA discutono del tema con il giornalista Stefano IUCCI, curatore delle opere “Il lavoro e i giorni” (2008, con Mario Desiati) e “Consiglio di classe” (2009, con Angelo Ferracuti).

Venerdì 21 febbraio 2020, ore 17.30, Sala proiezioni dell'Istituto Storico Parri, via Sant'Isaia 18 - Bologna

Ingresso libero

Scarica l'invito

RINVIATO - La difficile sfida delle migrazioni nell'Italia contemporanea

Attenzione! L'incontro è rinviato a data da destinarsi, ci scusiamo per l'inconveniente.

Quali sono le dinamiche sociali, culturali e legislative che hanno caratterizzato la politica migratoria italiana dal 1945 ad oggi?

Ne parliamo con Michele Colucci, autore del volume: Storia dell'immigrazione straniera in Italia. Dal 1945 ai nostri giorni (Carocci, 2018)

Conduce: Federico Chiaricati (Istituto Storico Parri) 

Incontro rinviato

Ingresso libero

Generazioni sconfitte? Militanti e movimenti di protesta nell'Italia repubblicana

Dagli anni '60 del Novecento i movimenti extraparlamentari hanno conquistato spazi d'azione in Italia condizionando l'agenda politica, andando incontro a vittorie e sconfitte. E' possibile tracciare un bilancio di queste esperienze? Che impatto hanno avuto i movimenti nella storia del nostro paese? Cosa resta delle idee di quelle stagioni? In occasione della presentazione del libro curato da Antonio Benci La generazione che ha perso. Attilio Mangano: il militante, lo studioso, l’uomo (Centro documentazione Pistoia editore) ne parliamo con:

Cinzia Venturoli (Università di Bologna)

Antonio Benci (Centro Documentazione di Pistoia)

Conduce: Fabrizio Billi (Archivio Marco Pezzi) 

Venerdì 7 febbraio 2020, ore 18, Sala proiezioni dell'Istituto Storico Parri - via Sant'Isaia 18 - Bologna

Ingresso libero.

Sei qui: ARCHIVIO APPUNTAMENTI