Istituto Parri

Produzioni

RINVIATO - La difficile sfida delle migrazioni nell'Italia contemporanea

Attenzione! L'incontro è rinviato a data da destinarsi, ci scusiamo per l'inconveniente.

Quali sono le dinamiche sociali, culturali e legislative che hanno caratterizzato la politica migratoria italiana dal 1945 ad oggi?

Ne parliamo con Michele Colucci, autore del volume: Storia dell'immigrazione straniera in Italia. Dal 1945 ai nostri giorni (Carocci, 2018)

Conduce: Federico Chiaricati (Istituto Storico Parri) 

Incontro rinviato

Ingresso libero

Caporalato ieri, oggi, domani. Incontro con Stefano Iucci

Il caporalato è un fenomeno attualissimo. Attori e vittime sono, però, diversi rispetto al passato: i braccianti sono quasi tutti stranieri, africani in maggioranza, e così i nuovi caporali “etnici” che provengono dalle medesime comunità degli sfruttati ma arrivano spesso a ridurre spietatamente in schiavitù i loro sottoposti. L’intermediazione illecita di manodopera va ormai oltre le campagne ed è approdata – dopo l’edilizia – anche nel mondo della gig economy, in particolare nel settore dei riders.

Una novità positiva, però, c’è: la legge 199 del 2016 ha finalmente introdotto nel nostro paese il reato di caporalato. La legge – oltre ad aver reso più agevole la repressione – ha introdotto alcune novità di rilievo, tese a ridurre quei “bisogni” su cui il caporalato prospera: la necessità di trovare manodopera in tempo rapido, il trasporto quotidiano delle persone nei campi, l’alloggio.

Per il ciclo di incontri “Il filo del discorso” Emanuela GARIMBERTI e Agnese PORTINCASA discutono del tema con il giornalista Stefano IUCCI, curatore delle opere “Il lavoro e i giorni” (2008, con Mario Desiati) e “Consiglio di classe” (2009, con Angelo Ferracuti).

Venerdì 21 febbraio 2020, ore 17.30, Sala proiezioni dell'Istituto Storico Parri, via Sant'Isaia 18 - Bologna

Ingresso libero

Scarica l'invito

I militari italiani nei lager nazisti - Presentazione del libro di Avagliano e Palmieri

Mario Avagliano, Marco Palmieri, I militari italiani nei lager nazisti. Una resistenza senz'armi (1943-1945) (ed. Il Mulino, 2020)

La storia degli IMI (internati militari italiani) è la storia dei circa 650mila soldati che, dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943, furono catturati e deportati dai tedeschi. L’offerta di aderire alle SS o alla repubblica di Salò ed essere rimpatriati fu accettata solo da una piccola parte; la massa scelse di rimanere prigioniera nei lager, come autentico atto di resistenza. Grazie a una ricchissima mole di diari, lettere e testimonianze dirette, edite e ancor più inedite, il libro ne racconta la vicenda complessiva, dalla cattura alla liberazione e al ritorno, scoprendo anche aspetti poco noti della violenza nei lager, nei campi di lavoro coatto e di punizione, del loro bagaglio di ideali e di umanità, del rapporto con la popolazione civile e con le donne. Una pagina a lungo trascurata e sottovalutata recuperata qui, attraverso le voci dei protagonisti, in un quadro vivido e dettagliato.

Presentazione del volume giovedì 30 gennaio, alle ore 18, presso la sede dell'Istituto Storico Parri, via Sant'Isaia 18 - Bologna

Mario Avagliano dialoga con Luca Bottura, Federico Chiaricati, Rossella Ropa, Silvana Vialli e Bruno Vialli.

Interventi di Giacomo Manzoli, Fabrizio Tosi e Anna Cocchi.

Ingresso libero.

Generazioni sconfitte? Militanti e movimenti di protesta nell'Italia repubblicana

Dagli anni '60 del Novecento i movimenti extraparlamentari hanno conquistato spazi d'azione in Italia condizionando l'agenda politica, andando incontro a vittorie e sconfitte. E' possibile tracciare un bilancio di queste esperienze? Che impatto hanno avuto i movimenti nella storia del nostro paese? Cosa resta delle idee di quelle stagioni? In occasione della presentazione del libro curato da Antonio Benci La generazione che ha perso. Attilio Mangano: il militante, lo studioso, l’uomo (Centro documentazione Pistoia editore) ne parliamo con:

Cinzia Venturoli (Università di Bologna)

Antonio Benci (Centro Documentazione di Pistoia)

Conduce: Fabrizio Billi (Archivio Marco Pezzi) 

Venerdì 7 febbraio 2020, ore 18, Sala proiezioni dell'Istituto Storico Parri - via Sant'Isaia 18 - Bologna

Ingresso libero.

80 storia da raccontare - Corso sulla storia degli anni '80

Corso di formazione docenti dedicato agli Anni Ottanta del Novecento in una prospettiva aperta a una scala territoriale ampia e fluida in cui locale, nazionale, europeo e globale dialogano costantemente. Alcuni eventi-chiave saranno utilizzati per approfondire temi quali la parte conclusiva della guerra fredda, il neo-liberismo e il mutamento del mercato del lavoro, la fine della Prima Repubblica, ma anche la profonda trasformazione della cultura di massa e la crescita del tema ambientale. Il corso, di 24 ore complessive, si terrà da febbraio a maggio 2020 e prevede una serie di incontri tematici seguiti da workshop e da azioni di tutoraggio per la progettazione di moduli didattici dedicati. Gli incontri si terranno presso la sede dell’Istituto in via Sant’Isaia, 18. Orario 15,00 -18,00 

3 febbraio 2020 Il mondo globale, Federico ROMERO, Istituto Universitario Europeo

10 febbraio 2020 Gli anni Ottanta in Italia, Mirco DONDI, Università di Bologna

25 febbraio 2020 Consumi e società, Stefano CAVAZZA, Università di Bologna

4 marzo 2020 Storia e media, Riccardo BRIZZI, Università di Bologna

12 marzo 2020 Il tema ambientale, Gabriella CORONA, Consiglio Nazionale delle Ricerche

Scarica il programma completo

Per informazioni e iscrizioni contattare Agnese Portincasa, direttrice Area didattica Istituto Parri: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sei qui: ARCHIVIO APPUNTAMENTI