Istituto Parri

Produzioni

L'ARGINE. UN BAMBINO E IL SUO SEGRETO PERICOLOSO

 

L'ARGINE. UN BAMBINO E IL SUO SEGRETO PERICOLOSO 
Mostra di Marina Girardi e Rocco Lombardi
dal 21 al 29 novembre 2016
presso la sala dell'ex-Refettorio dell'Istituto, via Sant'Isaia, 20 (apertura lun-ven 15.30-18.30 e sab 10-13)

L’ospite, anche quando non è atteso, è sempre padrone della mia casa. Luigi Varoli
Il libro, pubblicato da Becco Giallo Edizioni, è nato da una commissione del Museo Luigi Varoli di Cotignola (RA) ed è un’opera di fiction ispirata alla rete di solidarietà e di accoglienza che si è creata durante la Seconda Guerra Mondiale nel piccolo paese della bassa ravennate e che ha permesso di salvare centinaia di perseguitati dal regime nazifascista.


Aprile 1945. Frazchì è un bambino che vive a Cotignola, nella bassa ravennate, ai piedi dell’argine del fiume Senio dove il fronte della guerra si è bloccato ormai da mesi. La sua è una corsa contro il tempo: deve portare a ingravidare Ninetta, la capretta di famiglia, prima che la fame prenda il sopravvento e le bombe degli Alleati radano al suolo ciò che resta del paese. Insieme a Ninetta, però, Frazchì deve portare con sé anche il peso di un segreto pericoloso.
Marina Girardi e Rocco Lombardi, fondendo due stili opposti, pittorico e vibrante il primo, cupo e graffiante il secondo, ci restituiscono la complessità dello sguardo di un bambino, che si trova di fronte all’orrore e alla violenza della guerra, ma anche alla straordinaria resistenza di una comunità che – in pieno assedio nazifascista – ha saputo offrire rifugio e salvezza a centinaia di perseguitati.

Marina Girardi e Rocco Lombardi sono illustratori e autori di storie a fumetti.Il loro lavoro si nutre di di incontri e osservazioni che nascono durante vagabondaggi in giro per l’Italia, in luoghi lontani dalle strade principali, dove l’uomo e la natura sanno parlare tra loro.Insieme hanno creato Nomadisegni, un progetto di laboratori di fumetto itineranti per raccontare le storie nascoste dentro al paesaggio.

Giocare con la storia - Bologna. Città delle bambine e dei bambini. I diritti dell'infanzia e dell'adolescenza

Anche l'Istituto partecipa alle giornate dedicate ai diritti dell'infanzia e dell'adolescenza con l'iniziativa Giocare con la storia.

Vi aspettiamo il 26 novembre alle ore 15 per una “caccia al tesoro” all'interno del Museo della Resistenza con materiali dell’Istituto attraverso cui i ragazzi potranno ricostruire una spy story bolognese: l’operazione Radium.

L'iniziativa è indicata per bambini e ragazzi dai 9 ai 12 anni.

Prenotazione obbligatoria (max 12 partecipanti), scrivendo alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leggi il programma completo delle iniziative

Sei qui: ARCHIVIO APPUNTAMENTI